Colombia: con mucho gusto!

Rio mercatini
Curiosando nei mercatini di Rio de Janeiro
27/01/2016
Lagoinha la spiaggia dei pirati
La spiaggia dei pirati: Lagoinha
03/02/2016
Mostra tutti

Colombia: con mucho gusto!

Colombia con mucho gusto

“Con mucho gusto” è la frase che in Colombia viene utilizzata per esprimere il nostro “prego”, o “non c’è di che”, é la frase che i colombiani,  rispondono se li ringrazi per qualcosa. Dovrebbe bastare questo per descrivere questo popolo e la sua ospitalità, la sua cordialità, la sua gentilezza, la sua allegria.

La Colombia è un Paese ricco di storia, di natura, di cultura. La capitale, Bogotà, bellissima e  caotica, sorge su un altopiano ai piedi della Cordillera Oriental a 2600 metri di altitudine. Gli edifici del potere e la Cattedrale, si trovano in piazza Bolivar e dietro c’è il Barrio de la Candelaria, dove si respira l’atmosfera più autentica della città. Caffè letterari, cinema, gallerie d’arte e moltissimi musei, primo fra tutti quello dell’Oro con gioielli ed oggetti pre-colombiani.

Al museo è possibile osservare uno degli oggetti che ha dato origine alla leggenda: la Balsa Muisca. E’ il modellino di un una zattera d’oro che riproduce una delle tradizioni della civiltà Muisca.

Il capo di quel popolo, lo Zipa, dopo essersi ricoperto il corpo di oro, saliva sulla barca e nella laguna Guatavita offriva tesori agli dei gettandoli sul fondo del lago sacro.

A Bogotà vale assolutamente la pena di visitare anche un altro Museo, quello creato grazie a una donazione che l’artista colombiano Fernando Botero ha fatto al Banco della Repubblica, con quadri e sculture dello stesso Botero infatti, e opere di altri grandi come Picasso, Dali, Renoir, Chagall, De Chirico, Mirò.

Spostandosi in direzione Nord raggiungiamo il paese di Zipaquirà dove si viene per visitare quella che è considerata la prima Meraviglia della Colombia: la Cattedrale di Sale, si entra in un tunnel che si cala nelle viscere di una miniera di sale che in leggera pendenza, ricostruisce la Via Crucis. La soffusa musica sacra e la delicata ma spettacolare illuminazione contribuiscono ad esaltare le sensazioni. A ogni stazione corrisponde una Croce di sale, ora concava, ora in rilievo,fino alla Cattedrale, che lunga 75 metri  a 190 metri di profondità è uno spazio in cui la spiritualità si respira e in cui tutto è simbolo.

Proseguendo il viaggio per visitare le zone del caffè, si arriva all’aeroporto di Pereira, dove le ragazze in abito tradizionale ci offrono una tazzina di caffè. Una zona dove  il caffè si coltiva, si lavora, si respira. Oltre a fermarsi a bere un caffè, comprare gli oggetti dell’artigianato locale, è da visitare lo splendido Giardino Botanico del Quindio e il Mariposario con 1500 farfalle di 50 specie diverse.

In questa parte della Colombia c’è anche un altro luogo che merita una visita: la Valle di Cocora, un paesaggio fatato, unico dove ammirare le Palme di cera, alte anche 60 metri, l’albero simbolo della Colombia.

La Colombia è un Paese che vale la pena di visitare con “mucho gusto”, naturalmente.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con un tuo amico!